Vini Vecchia Torre nell’annuario dei migliori vini italiani 2019

Anche quest’anno molti dei nostri vini sono presenti nell’annuario dei migliori vini italiani 2019 redatto dall’enologo Luca Maroni. Il parere dell’esperto riguardo i vini della Cantina Vecchia Torre è, come già accaduto nella valutazione dello scorso anno, decisamente positivo:

Grandi vini in grande serie da Vecchia Torre. Assai alta la media organolettica complessiva giacché ogni campione rivela doti analitiche e sensoriali eccellenti

Così Luca Maroni apre il commento ai vini degustati: bianchi, rossi e rosati sembrano aver convinto il palato dell’enologo il quale ha assegnato punteggi molto alti (su un massino di 100 punti) a tutte le bottiglie in degustazione.

vini rossi salentini

I vini bianchi salentini Cantina Vecchia Torre

Ci piace raccontare il nostro Salento non solo per mezzo di vini rossi e rosati, che permettono di valorizzare al meglio i vitigni autoctoni, ma anche attraverso vini bianchi che – nelle loro particolarità – riescono a esprimere l’eccellenza del nostro territorio con eleganza e leggerezza.

Il Vermentino Salento 2018 il più albicoccoso e fragrante fra i bianchi. Con lo Chardonnay Salento 2018 e il Leverano Bianco 2018 di ancor maggior fittezza e suadenza espressiva.

Ecco i vini bianchi Vecchia Torre degustati e valutati da Luca Maroni:

Briosé Frizzante 2018, 90
Amo’ Extra Dry sa, 90
Leverano Bianco 2018, 92
Vermentino Salento 2018, 91
Chardonnay Salento 2018, 92

La maestosità dei rossi: apprezzata la concentrazione e il turgore

I vini rossi e rosati Vecchia Torre, da sempre, rappresentano la cultura salentina per eccellenza, una cultura – che è anche tradizione – alla quale siamo molto legati. Anche per questo accogliamo con grande orgoglio la valutazione positiva di Luca Maroni rispetto ai nostri vini:

Il denominatore comune fra i rossi è la concentrazione maestosa.
Potenza e persistenza balsamica d’aroma mirabile svelano allora i turgidi Salice Salentino Rosso 2017 e l’A Passo Lento 2016, i più morbidi Salice Salentino Riserva 2015 e Arneide Salento Rosso Barricato 2016.

Salice Salentino Rosso 2017, 93
A Passo Lento 2016, 93
Salice Salentino Riserva, 93

Spettacolari evidenze di eccezionale limpidezza enologica esecutiva dall’inossidato e limpido frutto tanto del Primitivo Salento 2016 quanto del Barocco Reale Barricato 2015. Vini di pulizia e turgore magnifici.

Primitivo Salento 2016, 94
Barocco Reale Barricato 2015, 94

Gran vino è il migliore in assoluto, il Leverano Rosso Riserva 2014: il più possente e massimo in concentrazione, perciò un filo più tannico dell’altrettanto mirabile Auro Primitivo di Manduria 2017. Chapeau per le doti viticole ed enologiche a tal grandi vini sottese.

Leverano Rosso Riserva, 95
Auro Primitivo di Manduria 2017, 95

Punteggi positivi sono stati assegnati anche a:

50° Anniversario Igp Salento 2016, 92
Arneide Salento Rosso Barricato 2016, 93
Tenute del Sud Syrah Primitivo 2017, 92
Negroamaro Salento 2017, 92
Malvasia Nera 2017, 90
Leverano Rosato 2018, 91
Negroamaro Rosato Salento 2018, 91

Leave a comment