Non solo rossi: 4 vini bianchi salentini da non perdere

Il Salento raccontato dai vini bianchi Cantina Vecchia Torre

Il Salento, si sa, è conosciuto soprattutto per i suoi vini rossi.
Il negroamaro, il primitivo e la malvasia nera sono vitigni che hanno caratterizzato con forza la notorietà dei vini salentini di qualità oltre i confini locali.

Ma perché non scoprire anche i vini bianchi salentini?

Noi di Cantina Vecchia Torre proponiamo la nostra speciale lista di vini bianchi da non perdere se si vuole apprezzare anche il volto delicato, ma affascinante, della viticoltura salentina.

vini bianchi salentini

Chardonnay – IGP SALENTO:
Come sempre, anche in questa vendemmia dei bianchi 2018, le uve Chardonnay sono state le prime ad essere raccolte. Il vino che proponiamo ai nostri clienti esprime al meglio l’eleganza di questo vitigno, essendo il vino stesso prodotto con uve 100% Chardonnay.
Lo consigliamo a chi ama i vini delicati e fruttati, che accompagnano i pasti senza sovrastarli.
Rappresenta il vino perfetto da portare in dono per un invito a cena improvviso: soddisfa tutti i palati e non delude mai.
Perfetto come vino da aperitivo, si presenta ottimo con antipasti di mare e piatti di pesce.

Vermentino – IGP SALENTO:
È uno dei vini più amati della nostra Cantina: più intenso rispetto allo Chardonnay, il Vermentino rappresenta l’equilibrio perfetto tra le note agrumate e la mineralità tipica del vitigno.
Non necessità di una temperatura di servizio particolarmente bassa per poter essere degustato al meglio.
Oltre ad accompagnare piatti a base di pesce, si sposa molto bene anche con antipasti e primi piatti di terra.

Leverano – DOP LEVERANO:
Con questo vino noi di Cantina Vecchia Torre abbiamo deciso di sorprendere. Grazie al recente restyling grafico dell’etichetta, la linea Leverano sta conoscendo una seconda giovinezza, convincendo della propria qualità un pubblico sempre più vasto.
Il Leverano è il vino bianco versatile per eccellenza: amato dai neofiti del bere bene, è molto apprezzato anche dagli intenditori, soprattutto per la capacità di adattarsi davvero a ogni pietanza, esaltandone i sapori.

Briosé – IGP SALENTO:
È il bianco frizzante di Cantina Vecchia Torre. Servendo a tavola un Briosé ben freddo, il piacere è assicurato. Cosa rende unico ogni sorso di Briosé? Le bollicine.
La presa di spuma avviene in autoclave secondo il tradizionale metodo Charmat corto (circa 3 mesi) e la differenza rispetto agli altri vini bianchi frizzanti la si coglie immediatamente al palato.
Il profumo fruttato e il gusto pieno lo rendono adatto come aperitivo (dal tono ricercato) ma anche per accompagnare pizze, primi piatti a base di pesce e carni bianche.

Leave a comment