Sorsi di Cultura 2019, al via la seconda edizione del progetto

Nel corso del Vecchia Torre Wine Festival 2019 abbiamo inaugurato la seconda edizione del progetto Sorsi di Cultura che, attraverso degustazioni e racconti, ha l’obbiettivo di portare la Storia della nostra Cantina (e i nostri vini) in giro per il Salento.

Il progetto, che vede il supporto di Unione Europea, Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e Regione Puglia, prevede una serie di date in programma nell’arco dei prossimi 12 mesi: ogni tappa del “tour” vedrà protagonisti i vini Cantina Vecchia Torre, che saranno presentati dai sommelier AIS (i quali ne guideranno anche la degustazione).
Non solo vini: Sorsi di Cultura si propone anche come strumento per la diffusione delle diverse eccellenze del territorio, dalla gastronomia alle arti visive.

Le location

Ogni serata del progetto Sorsi di Cultura, sarà ambientata in un luogo particolarmente suggestivo del Salento. La cornice che di volta in volta ospiterà gli eventi avrà il compito di raccontare qualcosa in più del nostro territorio, attraverso la propria storia, la propria architettura e le peculiarità che ne hanno fatto luogo di interesse.

Le degustazioni

Per ogni evento sarà selezionato un vino Cantina Vecchia Torre da degustare in accompagnamento a prodotti tipici del territorio. Grazie a un’attenta selezione delle aziende locali, infatti, abbiamo pensato per ogni singolo vino gli abbinamenti gastronomici più adatti, per valorizzare i nostri prodotti e lasciare soddisfatto il palato.

Arti visive e musica

La direzione artistica delle arti visive in mostra durante le serate di Sorsi di Cultura è affidata a LO.FT e, anche in questo caso, ha tra i propri obbiettivi quello di valorizzare le eccellenze artistiche del Salento, dando spazio e luce ai talenti in ambito fotografico, pittorico e non solo.

Come si conviene a ogni momento di convivialità, la musica live farà da sottofondo alle degustazioni, impreziosendo i momenti di piacere dedicati a tutto il bello e il buono del nostro fantastico territorio.

Leave a comment